Palazzo Veneziano Malborghetto - Sala 2
Degustazioni condotte da Armando Castagno

 

Verticale del Clos-Saint-Denis di Marchand-Tawse

Sabato 20 ottobre - Ore 11.30
€ 40,00
 

Se la musica di Mozart fosse un rosso di Borgogna.

Sei ettari e 62 di estensione, tre parcelle, diciotto proprietari diversi nessuno dei quali arriva a un ettaro e mezzo di vigna, matrice geologica risalente al giurassico medio, 279 metri di altitudine lungo la linea basale, 323 alla sommità, 14,8% di pendenza media. Tutto vero, ma anche enumerando tutti i dati salienti del terroir cosa si è detto e come si è spiegato il vino meraviglioso del Clos-Saint-Denis? Parleremo di questo lungo lo sviluppo di una magnifica degustazione verticale con ad oggetto uno dei più riusciti esempi di rosso dalla vigna-bandiera del comune di Morey-Saint-Denis, cui ha regalato una parte del nome. Vi cercheremo riflessi ambientali, l’emozione di una classe superiore, e la spiegazione del perché il vino da questo vigneto sia stato definito oltre un secolo fa il “Mozart” della Côte d’Or senza che un solo critico abbia mai trovato fuori luogo una tale definizione. In degustazione, qualcosa come sei annate del Clos-Saint-Denis Grand Cru del Domaine Marchand-Tawse.

Annate in degustazione:

2006/2011/2013/2014/2015/2016

 

Gemma

I vini della Maison Marchand-Tawse, sono distribuiti da Gemma Wine (www.gemma.wine)

Indagine sul Terroir di Chassagne-Montrachet

Sabato 20 ottobre - Ore 15.00
€ 40,00
 

 

Due ore nel "magazzino del sale" della Côte d'Or: i bianchi di Coffinet-Duvernay.

Tra gli ultimi baluardi meridionali del grande bianco della Côte d’Or, il comune di Chassagne-Montrachet è vasto, diseguale, frammentatissimo; conta una ridda di parcelle storiche, diverse delle quali nulla meno che leggendarie, che spesso raccontano una storia interessante e turbolenta. Eppure, tra i tre capofila della tipologia per cui oggi Chassagne è famosa, cioè il bianco da Chardonnay del quale costituisce una “culla” al pari di Puligny-Montrachet e Meursault, questo comune è il meno raccontato; forse proprio a causa della sua complessità. Quale migliore occasione che le degustazioni di Ein Prosit per orientarsi allora in questo labirinto di vigne ed esiti? Affronteremo il tema con l’ausilio di sei splendidi vini da Chassagne confezionati da un Domaine di perfetta classicità e ammirevole sobrietà di stile, Coffinet-Duvernay, per mettere a fuoco la struttura e la vocazione del luogo al massimo grado di dettaglio.

Vini in degustazione:

Chassagne-Montrachet Rouge Les Voillenots - 2016
Chassagne-Montrachet Blanc - 2016
Chassagne-Montrachet 1er Blanchot-Dessus - 2016
Chassagne-Montrachet 1er Clos St Jean - 2016
Chassagne-Montrachet 1er Les Fairendes - 2016
Chassagne-Montrachet 1er Les Caillerets - 2016

Cuzziol


I vini del Domaine Coffinet-Duvernay, sono distribuiti da Cuzziol Grandi Vini (www.cuzziolgrandivini.it)