Francesco Brutto

Francesco Brutto inizia la sua carriera di Chef a Treviso, nel locale che ora è di sua proprietà e che allora si chiamava “Vineria”.
Approda al Ristorante Povero Diavolo da Piergiorgio Parini per uno stage, fermandosi poi a collaborare fino all’aprile 2014; dal maggio dello stesso anno lavora presso il Ristorante Venissa di Mazzorbo con Antonia Klugmann fino ad ottobre. Il 17 ottobre dello stesso anno apre assieme al suo socio e sommelier Regis Ramos Freitas il proprio ristorante, chiamandolo Undicesimo Vineria.
Benissimo descrive Francesco, fresco di riconoscimento quale Miglior Cuoco Giovane d’Italia per la Guida ristoranti Espresso 2017, e la sua cucina, un articolo di Matteo Valerio, sul sito Passione Gourmet dal quale sono tratti alcuni brani:
"(...) A metà tra una formazione culinaria pariniana e una cinefila tarantinina, il percorso emozionale non subisce alcuna evoluzione all’interno del suo essere, dimostrandosi fin da subito di cristallina purezza. Un profluvio di assaggi estremizzati da accostamenti inconsueti, che non trovano riferimento alcuno nei manuali di gastronomia, che riescono grazie ad una adorabile sfacciataggine a mettere in discussione quanto fino ad allora assaggiato, senza perdere di vista la meta da raggiungere, ovvero l’appagamento sensoriale completo.”
“……Italia, Giappone, Danimarca, Spagna, Marte e Saturno. Queste le mete gastronomiche dalle quali il cuoco attinge, senza porsi ostacoli, o forse ponendoseli volontariamente alla ricerca di una forma di sadico stimolo autolesionistico. Un tour de force che trova il suo apice nel piatto “rapa rossa, sangue al camino, rose e chiodo di garofano” che si poggia su un improbabile equilibrio, tra i ricordi ferreo-terrosi e aromaticità invernali, grazie alla consistenza che accompagna la degustazione, morbida e suadente.”

Undicesimo Vineria

1 Stella Michelin
3 Cappelli Ristoranti d'Italia 2019 - L'Espresso

Via della Quercia 8, Treviso
T. +39 0422210460

 

schermata-10-2457315-alle-125656_square
Sala Vineria
Piatto 2