Giancarlo Timballo

L’amore per il gelato arriva a 30 anni quando, in seguito ad una grave crisi, il vino, il mestiere di famiglia, conosce un declino così profondo che induce Giancarlo a decidere di cambiare mestiere.
E qui esce la sua “anima gastronomica” che condizionerà le sue scelte future. Giancarlo sceglie ed entra nel magico mondo del gelato artigianale con la volontà di imparare da subito a fare bene il proprio mestiere, così come gli hanno insegnato i suoi genitori “saldi, onesti, lavoratori friulani”.
Conosce e frequenta i padri del gelato artigianale italiano moderno. Maestri come Carlo Pozzi, Luca Caviezel, Fulvio Scolari, Enzo Vannozzi, Donata Pancera ai quali riconosce il merito di avere seminato in lui il germe della curiosità e della passione per un mestiere così affascinante.
Inizia una carriera sindacale nel 2000 quando viene eletto presidente nazionale del Co.Gel (Comitato Gelatieri della Fipe ).
Nel 2003 fonda, assieme ad alcuni illustri colleghi, la Coppa del Mondo della Gelateria della quale è fino da allora il presidente.
Formatore di tecniche di gelateria al Civiform di Cividale del Friuli fin dal 1996.